Corpi Elettrici: il progetto speciale di Gender Bender nell’ambito di “Così Sarà! La città che vogliamo”

A partire dal mese di Maggio prende il via Corpi Elettrici,  il nuovo progetto speciale di Gender Bender per l’anno 2020, realizzato insieme al Conservatorio G.B. Martini di Bologna. È un percorso formativo e creativo che offre una possibilità di collaborazione tra studenti e studentesse del Conservatorio e il Collettivo M_I_N_E, e che porterà alla realizzazione di una serie di video in cui fondamentale sarà il dialogo tra i linguaggi della danza e della musica.

Corpi Elettrici nasce in questo periodo di distanziamento sociale dovuto all’emergenza sanitaria legata al Covid19 e di conseguente fragilità lavorativa per chi opera nel mondo dello spettacolo dal vivo e della cultura, diventando così una sfida per immaginare e realizzare nuove modalità di formazione, di collaborazione dalla distanza, per creare reti di creatività, per riconoscere il valore del lavoro artistico di giovani professionisti e professioniste.

Collettivo M_I_N_E partecipa al progetto portando l’esperienza di giovani dancemaker che hanno deciso di lavorare insieme alla ricerca di una poetica comune, valorizzando le singole personalità. Collettivo M_I_N_E è composto da Francesco Saverio Cavaliere, Siro Guglielmi, Fabio Novembrini, Roberta Racis e Silvia Sisto.

Per il Conservatorio parteciperanno 22 studenti e studentesse dei corsi di Musica Applicata e Musica Elettroacustica, coordinati dalla loro docente Daniela Cattivelli, musicista, compositrice e performer.

Corpi Elettrici è parte di Così Sarà! La città che vogliamo, promosso dal Comune di Bologna, realizzato da Emilia Romagna Teatro Fondazione, finanziato dall’Unione Europea – Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del Progetto Operativo Nazionale Città Metropolitana 2014-2020.