Final sharing di Giorgia Nardin

Info sull’evento
Sezioni
Conversazioni
Date
03/11/2016 h: 16:00
Officina Teatrale de’ Maicontenti
via S. Tommaso del Mercato 1/B-C-D, tel 051 716 7230
Info sul biglietto
ingresso gratuito

Giorgia Nardin incontra il pubblico di Gender Bender per illustrare il lavoro svolto sul progetto Minor Place, durante la sua residenza artistica sostenuta da Gender Bender. Conduce Peggy Olislaegers, dramaturg e consulente artistica per Rambert Company.

Giorgia Nardin è una coreografa e performer indipendente. Si forma presso la Northern School of Contemporary Dance di Leeds (UK). Il suo primo progetto come autrice avviene in collaborazione con Francesca Foscarini e Marco D’Agostin. I tre creano Spic&Span, lavoro vincitore della menzione speciale nell’ambito di Premio Scenario 2011. There and then, il suo primo esperimento di ricerca coreografica, è selezionato alla Vetrina della Giovane Danza d’Autore 2011. Dolly, il suo primo lavoro autoriale da solista, è finalista al Premio GD’A 2012 e riceve la menzione speciale di DNA RomaEuropa Festival. Giorgia è la coreografa italiana selezionata per partecipare a B Project, progetto internazionale di produzione coreografica che ruota attorno all’opera di Hieronymus Bosch, ed è una dei quattro artisti italiani selezionati per Performing Gender, progetto di produzione coreografica sulla tematica di genere, per cui crea Celebration, performance di durata pensata per gallerie e spazi museali. All dressed up with nowhere to go, il suo primo lavoro per due interpreti, è vincitore del Premio Prospettiva Danza 2013, selezionato per la NID Platform 2014 e Aerowaves 2015.

Info sull’evento
Sezioni
Conversazioni
Date
03/11/2016 h: 16:00
Officina Teatrale de’ Maicontenti
via S. Tommaso del Mercato 1/B-C-D, tel 051 716 7230
Info sul biglietto
ingresso gratuito
Eventi correlati