Minor place

Info sull’evento
Sezioni
Laboratori
Date
26/10/2016 h: 09:30 - 17:30
Officina Teatrale de’ Maicontenti
via S. Tommaso del Mercato 1/B-C-D, tel 051 716 7230

Minor Place è il punto di partenza per la ricerca e lo studio della nuova produzione della coreografa Giorgia Nardin, sostenuto da Gender Bender con una residenza artistica per l’intera durata del festival (dal 26 ottobre al 4 novembre, dalle 9:30 alle 17:30) con sharing finale aperto al pubblico.

Giorgia invita la danzatrice Frida Giulia Franceschini (già collaboratrice e interprete della sua ultima produzione, Season) a condividere la scena, focalizzando la ricerca sul vocabolario femminile legato alle azioni e alle pratiche quotidiane del supporto e del sostegno verso l’altro. Il lavoro procederà a tappe, con periodi di ricerca aperti a gruppi, collettivi e associazioni di donne di diverse età e generazioni che svolgano pratiche collettive: dalle majorette ai gruppi di lettura, ai corsi di cucito. L’intenzione è quella di raccogliere delle testimonianze fisiche dalle quali generare un vocabolario di gesti e movimenti, rendendolo via via più astratto.

Ogni giorno alle 16:30 è prevista un’ora di workshop aperta gratuitamente al pubblico, durante la quale sarà possibile mettersi alla prova nel twerking.

Minor Place nasce con il sostegno di Pivot Dance, progetto europeo di ricerca capitanato da CSC, The Place e Nederlandse Dansdagen. Il progetto offrirà una prima piattaforma di produzione per il lavoro e una rete di circuitazione nei paesi partner con il debutto a Bmotion Danza nel 2017.Il lavoro sarà curato drammaturgicamente da Merel Heering e sviluppato con la consulenza della danzatrice Marta Ciappina.

Giorgia Nardin è una coreografa e performer indipendente. Si forma presso la Northern School of Contemporary Dance di Leeds (UK). Il suo primo progetto come autrice avviene in collaborazione con Francesca Foscarini e Marco D’Agostin. I tre creano Spic&Span, lavoro vincitore della menzione speciale nell’ambito di Premio Scenario 2011. There and then, il suo primo esperimento di ricerca coreografica, è selezionato alla Vetrina della Giovane Danza d’Autore 2011. Lavora come interprete per Sonia Brunelli | Barokthegreat e per Moreno Solinas e Igor Urzelai. È una dei due coreografi italiani scelti per l’edizione 2012 di Choreoroam Europe, progetto internazionale di ricerca coreografica. Dolly, il suo primo lavoro autoriale da solista, è finalista al Premio GD’A 2012 e riceve la menzione speciale di DNA RomaEuropa Festival. Viene presentato nella sua versione urbana come parte di International Dance Raids 2012 ed è selezionato dalla rete Anticorpi XL e presentato alla Vetrina della Giovane Danza d’Autore. Giorgia è la coreografa italiana selezionata per partecipare a B Project, progetto internazionale di produzione coreografica che ruota attorno all’opera di Hieronymus Bosch, realizzato da Jheronimus Bosch 500 Foundation, ed è una dei quattro artisti italiani selezionati per Performing Gender, progetto di produzione coreografica sulla tematica di genere, per cui crea Celebration, performance di durata pensata per gallerie e spazi museali. All dressed up with nowhere to go, il suo primo lavoro per due interpreti, è vincitore del Premio Prospettiva Danza 2013, selezionato per la NID Platform 2014 e Aerowaves 2015.

Info sull’evento
Sezioni
Laboratori
Date
26/10/2016 h: 09:30 - 17:30
Officina Teatrale de’ Maicontenti
via S. Tommaso del Mercato 1/B-C-D, tel 051 716 7230
Eventi correlati