Swans Never Die – Una conversazione

Info sull’evento
Sezioni
Conversazioni
Date
12/09/2021 h: 17:00
Centro Sociale Costa
Via Azzo Gardino 44, Bologna
Info sul biglietto
INGRESSO GRATUITO

Conversazione in compagnia di Greta Pieropan, Susanne Franco, Chiara Bersani, Philippe Kratz e Silvia Gribaudi

Cosa resta oggi di un’opera coreografica considerata una pietra miliare della storia della danza? In che forme e in quali corpi è sopravvissuta nel tempo? In quali contesti culturali e geografici può riemergere? Come risuona nei coreografi e coreografe di oggi e che valori può trasmettere in futuro? A partire da queste e altre domande, la dramaturg Greta Pieropan e la studiosa di danza Susanne Franco (Università Ca’ Foscari Venezia) dialogheranno con Chiara Bersani, Silvia Gribaudi e Philippe Kratz sugli immaginari attivati da La morte del cigno che hanno ispirato i loro lavori presentati durante le serate Swans Never Die.

 

INGRESSO GRATUITO SU PRENOTAZIONE

Prenota ingresso

 

Greta Pieropan si occupa di comunicazione culturale, in particolare per le arti performative dal vivo e dance dramaturgy. Ha collaborato come ufficio stampa e comunicazione per festival, compagnie di balletto e di danza, sviluppando strategie per la comunicazione sia a un pubblico esperto sia a nuovi pubblici, ed ha partecipato a numerosi progetti europei, tra cui Performing Gender – Dance Makes Differences. Il suo focus include l’approfondimento delle tecniche di narrazione e di drammaturgia di danza che sviluppino un dialogo positivo tra artisti e cittadini.

Susanne Franco (Università Ca’ Foscari Venezia) è studiosa di danza e curatrice. Ha pubblicato numero saggi e volumi sulla danza moderna e contemporanea e la metodologia della ricerca. Coordina l’unità di Ca’ Foscari per il progetto Dancing Museums. The Democracy of Beings (Creative Europe, 2018-2021) ed è PI del progetto di ricerca Memory in Motion. Re-Membering Dance History (SPIN Ca’ Foscari, 2019-2022). Come curatrice ha collaborato con Hangar Bicocca (Milano), la Fondazione Querini Stampalia (Venezia) Foundation Pinault-Palazzo Grassi (Venezia) e la Lavanderia a Vapore-Fondazione Piemonte dal vivo (Torino).

Philippe Kratz è un coreografo e danzatore nato in Germania. In giovane età ha lavorato come performer in Bühnenkuns, progetto del Tanztheater Suheyla Ferwer. Si è formato come danzatore presso l’ École Supérieure de danse du Québec a Montreal e successivamente alla Berlin’s State Ballet School. Si è unito alla Xin Peng Wang’s Ballett Dortmund e nel 2008, sotto invito della direttrice Cristina Bozzolini, è diventato parte di Aterballetto a Reggio Emilia. Ha ricevuto diversi riconoscimenti internazionali e nel 2020 è stato premiato come Coreografo dell’anno dalla rivista Danza&Danza.

Chiara Bersani è un’artista italiana attiva negli ambiti delle arti visive e performative. Il suo percorso formativo si svolge prevalentemente nel campo della ricerca teatrale con contaminazioni dalla danza contemporanea e dalla Performing Art. Ha collaborato con importanti realtà della scenacontemporanea europea tra cui Alessandro Sciarroni / Corpoceleste_C.C., Rodrigo Garcia, Jérôme Bel eBabilonia Teatri. Dal 2016 collabora a diversi progetti con il coreografo Marco D’Agostin. Ha ricevuto diversi riconoscimenti nazionali e nel 2019 ha vinto il Premio Ubu come migliore attrice Under35.

Silvia Gribaudi è una coreografa italiana attiva nelle arti performative. Dal 2004 focalizza la propria ricerca artistica sull’impatto sociale del corpo, mettendo al centro del linguaggio coreografico la comicità e la relazione tra pubblico e performer. Ha ricevuto diversi riconoscimenti nazionali e internazionali tra cui il Premio Giovane Danza D’Autore con“A CORPO LIBERO” (2009), Premio DANZA&DANZA 2019  come miglior produzione Italiana con GRACES e nel 2021 è la vincitrice del Premio Hystrio – Corpo a Corpo.

 

vai allo spettacolo Swans Never Die

 

In ottemperanza al Decreto n.105 del 23 luglio 2021, per accedere all’evento è necessario essere in possesso del green pass o di un tampone molecolare o antigenico negativo fatto nelle 48 ore precedenti allo spettacolo. Inoltre è obbligatorio possedere una mascherina da indossare in caso di assembramento o ingresso in spazi al chiuso.

Nel rispetto delle disposizioni di sicurezza sanitaria vigenti, ogni appuntamento avrà un numero limitato di posti ed è necessario l’acquisto in prevendita dei biglietti per gli spettacoli di danza e le proiezioni di film, così come la prenotazione dei posti per la partecipazione a presentazioni di libri e laboratori.

 

EMERGENZA SANITARIA

La programmazione artistica e l’organizzazione di questa edizione di Gender Bender fanno particolare attenzione alle norme di sicurezza sanitaria stabilite dal DPCM del 7 agosto 2020 e precedenti disposizioni, per tutelare insieme la salute e il benessere di tutte le persone.Negli spazi del festival è necessario rispettare il distanziamento fisico, avere con sé e indossare la mascherina in tutti gli spostamenti. Una volta preso posto si potrà togliere la mascherina. Saranno a disposizione del pubblico i disinfettanti per le mani.

Info sull’evento
Sezioni
Conversazioni
Date
12/09/2021 h: 17:00
Centro Sociale Costa
Via Azzo Gardino 44, Bologna
Info sul biglietto
INGRESSO GRATUITO
Eventi correlati